IL TERRITORIO
L'arrivo dei Greci alle foci del Bradano e la nascita di Metaponto nel VII sec. a.C., sono giustificate dalla vocazione agricola del territorio.
I coloni sono a contatto con le popolazioni indigene che riforniscono di beni durevoli scambiati con ingenti quantitativi di prodotti agricoli. Lentamente la colonia metapontina organizza il territorio adiacente la città e realizza un appoderamento rurale impostato su viabilità, centri produttivi e di scambio, santuari, piccoli abitati, che si spingono nel retroterra per circa 15 Km giungendo in prossimità degli insediamenti indigeni. Gli scambi con le popolazioni locali sono proficui. Ai Greci si deve il miglioramento delle produzioni di olio, cereali e soprattutto vino. A metà del sec. XI si insedia la comunità Benedettina di S. Michele di Montescaglioso.